Archivi tag: richiesta

Ci offriamo volontariamente a realizzare le riprese del prossimo Consiglio Comunale di Ribera

Comune Ribera

Martedì 12 giugno abbiamo seguito i lavori del Consiglio Comunale di Ribera con all’ordine del giorno la determinazione delle aliquote IMU e l’istituzione dell’addizionale comunale IRPEF.

Abbiamo constatato con stupore che la seduta non era trasmessa dalle emittenti televisive locali probabilmente a causa delle ristrettezze economiche.

Riteniamo che i cittadini abbiano il diritto di seguire, anche da casa, i lavori del consiglio comunale, soprattutto quando i temi trattati sono così importanti.

Per questo motivo invitiamo l’amministrazione comunale a trasmettere la seduta consiliare di venerdì 14 giugno in diretta streaming sul sito istituzionale del comune. In caso contrario ci offriamo volontariamente e a titolo gratuito a realizzarne le riprese e a renderle fruibili a tutti i cittadini sul web.

Il Consiglio Direttivo – Associazione “SOS Democrazia”

Annunci

Centrale a Biomassa: soddisfatti ma non abbasseremo la guardia

Regione Siciliana logoL’Associazione “SOS Democrazia” di Ribera esprime la propria soddisfazione per la decisione assunta dall’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, volta alla “eliminazione dal mondo giuridico” dell’atto con cui la società “Carmelo Palermo Olii”, appena un anno fa, era stata autorizzata alla costruzione di una centrale elettrica alimentata a biomassa liquida a Ribera in contrada Castellana.

QCentrale biomasseuesto grande successo si deve al grande movimento di protesta riberese, di cui SOS Democrazia è stata la prima protagonista quando, invano, ha rivolto le ormai famose 10 domande all’imprenditore Palermo, e che hanno trovato le dovute risposte nelle relazioni e ricerche del CNR e dell’Università degli Studi di Palermo.

Invitiamo tutte le istituzioni, le associazioni, i comitati e la società civile a mantenere alta l’attenzione sulla vicenda che dovrebbe concludersi tra meno di un mese. Noi di SOS Democrazia vigileremo costantemente come abbiamo fatto fino ad oggi.

L’Associazione “SOS Democrazia”

L’Istituto Tecnico Giovanni XXIII di Ribera accolga la figlia di Ignazio Cutrò

Ignazio Cutrò Bivona

L’Associazione “SOS Democrazia” di Ribera, appresa la notizia che alcuni professori dell’Istituto Tecnico “Panepinto” di Bivona si sono lamentati della presenza a scuola della scorta della figlia dell’imprenditore antiracket Ignazio Cutrò, esprime la propria solidarietà alla famiglia che ancora oggi continua a pagare il prezzo per aver denunciato e fatto condannare i propri estorsori nell’ambito del processo denominato “Face Off”.

L’Associazione riberese, impegnata nella promozione della legalità e della Cultura Antimafia, chiede al Prof. Giuseppe Graffeo, dirigente scolastico dell’Istituto Tecnico “Giovanni XXIII” di Ribera, di rispondere all’appelloITCG Giovanni XXIII Ribera lanciato da Ignazio Cutrò, accogliendo nella propria scuola la ragazza bivonese affinché possa concludere i propri studi con la serenità che merita, dimostrando ancora una volta la sensibilità verso questi problemi da parte della scuola e della cittadinanza tutta.

L’Associazione “SOS Democrazia”