Archivi del mese: agosto 2012

Mega discarica di amianto nel fiume Magazzolo.

“Ieri mattina abbiamo effettuato un blitz nella discarica di amianto che si trova lungo gli argini del fiume Magazzolo a poche decine di metri dal centro abitato di Seccagrande marina di Ribera. Al sopralluogo hanno assistito i volontari dell’Associazione Europea Operatori Polizia, guidati da Pietro Italiano, i giornalisti della carta stampata e della televisione e la Polizia Municipale di Ribera.

Abbiamo riscontrato la presenza di varie discariche di rifiuti domestici e rifiuti speciali e amianto. Decine di contenitori e tegole di eternit sgretolato, le cui polveri sono unanimemente riconosciute causa diretta di tumori alle vie respiratorie, sono disseminate lungo gli argini del fiume, in un’aerea (S.I.C) protetta dall’Unione Europea.

Chiediamo l’immediato sequestro e la bonifica dell’intera zona, che vengano prese  misure idonee alla tutela della salute pubblica e che si proceda all’accertamento di eventuali responsabilità. Siamo pronti a costituirci parte civile in un’eventuale procedimento giudiziario. Chiediamo che l’A.R.P.A e la provincia regionale di Agrigento provvedano a fare un censimento di tutte le discariche di amianto esistenti nel territorio provinciale e mettano in campo tutti i mezzi per prevenire e risolvere il problema. Abbiamo provveduto ad informare  il comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri affinché informi l’autorità giudiziaria sulla vicenda. Intanto ieri abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione sul tema dei rifiuti e dell’ambiente ”.

Il Consiglio Direttivo – Associazione “SO.S Democrazia”

Annunci

Sos Democrazia: “A Ribera è emergenza rifiuti. Il Sindaco spieghi il perchè alla cittadinanza”

Rifiuti Seccagrande

“Ribera si sta trasformando in una città discarica. Altro che turismo. Degrado e sporcizia aumentano in modo esponenziale. La spazzatura sta invadendo ogni luogo. Rifiuti di ogni genere continuano ad essere abbandonati per le strade e nessuno si preoccupa di raccoglierli. I cumuli di pattume sono dislocati in ogni dove. La città è in preda al degrado più totale. Le sterpaglie invadono le strade, le zone adibite a verde pubblico abbandonate all’incuria, i topi sono in aumento e spesso entrano nelle abitazioni. Da quanto non si effettua una derattizzazione? E poi è emergenza amianto: decine di luoghi presentano cisterne e laterizi di questo pericoloso materiale. La raccolta porta a porta presenta notevoli disservizi e capita spesso che i cittadini siano costretti a tenere in casa la spazzatura per giorni. Riteniamo si tratti di una situazione insostenibile. E’ a rischio la salute dei cittadini: malattie infettive, tumori da esposizione a polvere di amianto, malattie provocate dalla diossina sprigionata dai numerosi incendi di rifiuti. Il Sindaco Carmelo Pace né è consapevole? Ci spieghi come intende risolvere, in tempi rapidi, questa drammatica emergenza e ci relazioni sullo stato di salute della Sogeir. Come mai tutti questi disservizi? Cosa sta succedendo? Rischiamo che da un giorno all’altro la raccolta si interrompa del tutto? In attesa che il Sindaco dia le dovute risposte alla cittadinanza,ci riserviamo di adire le autorità competenti perchè riteniamo che debbano essere verificati i rischi a cui sono esposti i cittadini e le eventuali responsabilità”.

Il Consiglio Direttivo – Associazione “S.O.S Democrazia”

L’ex mattatoio comunale di Ribera è diventato una discarica…

Spazzatura Ribera

“Monitoriamo già da un po’ di tempo quanto succede a Ribera ogni giovedì, quando si svolge il mercato settimanale, e dobbiamo purtroppo costatare che l’area dell’ex mattatoio è diventata una vera e propria discarica.

Gli ambulanti, che settimanalmente vengono ospitati nella nostra città, assumono un comportamento incivile e irrispettoso nei confronti dei cittadini Riberesi che intorno alle 14 di ogni giovedì si ritrovano a fare i conti con i rifiuti di ogni genere abbandonati dai commercianti.

A questo si aggiunge una gestione mediocre del Comune di Ribera che sembra incapace di risolvere il problema e di dettare regole semplici come quelle di dotare ogni ambulante di cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti e di prevedere delle sanzioni esemplari nei confronti di chi, terminata la vendita, non lascia pulita la propria postazione. Di certo la soluzione al problema non è quella di trasferire il mercato settimanale nella piazza principale di Ribera: il rischio sarebbe far diventare il corso Umberto I una discarica.
La situazione è poi aggravata dal fatto che la Sogeir non provvede a ripulire adeguatamente l’area dell’ex mattatoio, rendendosi inadempiente nei confronti dei cittadini e del Comune che regolarmente pagano la tassa sui rifiuti. Per questo chiediamo all’Amministrazione Comunale di vigilare e risolvere il problema al più presto richiamando anche la Sogeir alle proprie responsabilità”.

Spazzatura Ribera

Spazzatura Ribera

Spazzatura Ribera

Munnizza Ribera

Munnizza mercato

Munnizza

munnizza

Sporcizia Ribera

mercato ribera

Spazzatura SOS

Munnizza Ribera SOS

Munnizza

9 foto sono state scattate domenica 5 agosto, le restanti venerdì 10 agosto, a dimostrazione del fatto che la cattiva pulizia dell’ex mattatoio è diventata ormai la regola.

L’Associazione “S.O.S Democrazia”