Archivi tag: Bollette pazze

Ribera, SOS Democrazia: “Pace superficiale su Girgenti Acque, chiederemo le carte”

I costi dell’acqua alle stelle, i frequenti disservizi, le continue rotture della condotta fognaria e la mancanza di trasparenza degli atti ci impongono di agire con forza.

Consideriamo inaccettabile la superficialità e la mancanza di concretezza con le quali il Sindaco Pace sta affrontando la vicenda relativa alla gestione del Servizio Idrico Integrato nel nostro territorio.

Carmelo Pace

E’ giunto il momento di fare la necessaria chiarezza. Nei prossimi giorni invieremo una richiesta di accesso agli atti, al Commissario dell’Ato idrico Ag 9, per richiedere una serie di documenti necessari a comprendere le dinamiche di gestione dell’Ente gestore e l’efficenza o meno dei controlli effettuati dall’Autorità d’ambito in questi anni. Gli Enti locali, attraverso i Sindaci, hanno svolto funzioni importanti nell’organizzazione e controllo del servizio idrico integrato.

E’ necessario capire, ad esempio, se chi rappresentava la nostra città all’interno dell’Ato idrico abbia compiuto i doverosi passaggi amministrativi per l’accertamento dei disservizi, l’applicazione delle penali e l’applicazione del contratto di servizio.

Chiederemo di ricevere, fra le altre cose, copia del contratto di servizio e dei libri sociali dell’Ato, l’elenco dei dipendenti e delle consulenze dell’Ente gestore e delle sue partecipate.

Chi gestisce un servizio pubblico così delicato deve agire con la massima trasparenza e rendere pubblici tutti gli atti, al fine anche, di diradare la ridda di voci che avvolge questa vicenda.

SOS Democrazia chiede trasparenza a Girgenti Acque, Consiglio Comunale e Amministratori

Immagine

“La discutibile gestione del servizio idrico, legata non solo all’eccessiva onerosità del canone rispetto alla qualità del servizio offerto, ma anche ad una serie di azioni da parte dei Girgenti Acque, che appaiono veri abusi nei confronti dei cittadini, ci spinge ad intervenire, nuovamente, con forza sulla questione in oggetto.

Nonostante un referendum popolare abbia definitivamente sancito il principio in base al quale l’acqua è un bene pubblico; nonostante l’approvazione di un disegno di legge regionale che preveda la ripubblicizzazione dell’acqua, la Girgenti Acque continua a gestire il servizio di distribuzione idrica in maniera alquanto discutibile. Vogliamo sottolineare il principio generale in base al quale i gestori di pubblici servizi devono attenersi scrupolosamente a tutte le norme di trasparenza, pubblicità, efficacia ed efficienza a garanzia del cittadino, previste per qualsiasi altra amministrazione pubblica, cosa che ci sembra carente con Girgenti Acque.

Troviamo incredibile che il Sindaco di Ribera non abbia sottoscritto l’esposto presentato da numerosi amministratori locali della provincia con i quali si denunciano le inefficienze nella gestione del servizio idrico da parte di Girgenti Acque. Sembra quasi che per il Sindaco di Ribera tutto vada bene in quel settore.

A questo punto riteniamo indispensabile, per evitare ogni cattivo pensiero, che gli amministratori e i consiglieri comunali del Comune di Ribera, controllori della società che gestisce il servizio idrico, assumano almeno un impegno preciso, e per iscritto, con il quale dichiarano che non accetteranno alcuna proposta di assunzione all’interno di Girgenti Acque o in società ad essa collegate”.

Il Consiglio Direttivo – Associazione “S.O.S Democrazia”

Dopo IMU, IRPEF e TARSU, arriva la mazzata delle tariffe dell’acqua

Modulo reclamo bollette pazze Girgenti acque sos democrazia ribera

I cittadini riberesi non ce la fanno più. Dopo l’Imu, l’addizionale comunale IRPEF, l’aumento della TARSU, ecco aumentati anche i costi dell’acqua con l’introduzione delle nuove tariffe del servizio idrico gestito dalla Girgenti Acque.

Da qualche giorno ai cittadini riberesi sono state recapitate bollette dell’acqua particolarmente esose e in alcuni casi con chiari errori nei calcoli. E’ accaduto che a molte utenze domestico residenziali sono state applicate le più alte tariffe previste per le utenze non residenziali. Ciò ha arrecato disagi ai tanti utenti che sono stati costretti a fare lunghe code presso l’ufficio della Girgenti Acque di Ribera e nuovi reclami.

Con il referendum dello scorso giugno i cittadini hanno scelto la gestione pubblica dell’acqua. Pensavamo che a quel punto la Gigenti Acque avesse i giorni contati, invece abbiamo assistito al mantenimento della gestione privata dell’acqua e all’aumento delle tariffe. Nel maggio del 2008 il Comune di Ribera decise di consegnare al nuovo gestore le reti idriche contrariamente alla linea adottata da altri sindaci della provincia che si rifiutarono di farlo e che, a detta del sindaco di Menfi, ha consentito alle famiglie di risparmiare 1500 euro in quattro anni.

E’ giunto il momento che la politica si faccia interprete dei problemi e dei bisogni dei cittadini. Facciamo un appello a tutti i sindaci dell’Ato Idrico AG9 e al Presidente D’Orsi di farsi carico del problema convocando immediatamente il consiglio di amministrazione della Girgenti Acque al fine di abbassare le tariffe e dare le dovute risposte ai tanti cittadini che non riescono più a farsi carico dell’aumento ingiustificato dei costi dell’acqua a fronte di un servizio non all’altezza dei costi.

Annunciamo inoltre che nei prossimi giorni presenteremo un esposto alla Polizia Municipale di Ribera al fine di accertare se la Girgenti Acque, dopo aver effettuato scavi per gli interventi di manutenzione o di riparazione degli impianti idrico e fognario, provveda a ripristinare la pavimentazione stradale secondo le modalità stabilite dal regolamento comunale.

Il Consiglio Direttivo – Associazione “S.O.S Democrazia”

SCARICA IL MODULO DI RECLAMO PER LE “BOLLETTE PAZZE” GIRGENTI ACQUE

Il modulo va scaricato, compilato in tutte le sue parti e fatto pervenire alla “Girgenti Acque S.p.A.“.