Archivi del mese: novembre 2011

Ribera. Scarico fognario di via Verga: Comune, ASP e Girgenti Acque incapaci di risolvere il problema?

La continua discesa di liquami fognari lungo i fondi agricoli contigui alla via Verga è divenuta ormai insostenibile e aggrava giorno dopo giorno l’emergenza igienico – sanitaria della zona. Ciò accade nel pieno centro storico di Ribera dove da diversi anni ormai si denuncia la presenza di una fogna a cielo aperto con conseguente emanazione di un odore nauseabondo che appesta l’intera zona e costringe gli abitanti a vivere segregati dentro casa con finestre chiuse, mettendo, così, a dura prova la salute di tutti.

Il Comune di Ribera è a conoscenza del problema dal novembre 2009 come risulta da un verbale di sopralluogo congiunto stilato dall’Ufficio Tecnico Comunale, dal Responsabile dell’Ufficio Igiene Pubblica dell’ASP e dai Vigili Urbani.

Lo scorso mese di agosto, dopo aver constatato la serietà della situazione di degrado ambientale, abbiamo chiesto informalmente all’Amministrazione Comunale un intervento immediato che ponesse fine a tale sconcio. Il vicesindaco Giuseppe Cortese e l’assessore Baldassare Tramuta ci rassicuravano affermando che “il problema della fogna di via Verga” sarebbe stato risolto “nel giro di poche settimane”. A conferma di ciò il 23 settembre il Sindaco diffondeva un comunicato stampa con il quale annunciava che “il problema degli odori sgradevoli” sarebbe stato risolto definitivamente attraverso il posizionamento di pompe di sollevamento e di una vasca di accumulo e che i lavori sarebbero iniziati il 26 settembre.

Dopo più di un mese dal pomposo annuncio dobbiamo tristemente verificare che lo scarico fognario continua ad avvelenare i terreni, l’aria e gli animali da pascolo pregiudicando la salubrità ambientale della zona, in palese violazione delle norme di legge in materia ambientale.

Al 26 settembre di quale anno si riferiva il Sindaco?

E poi una volta risolto (?) il problema chi provvederà a bonificare la zona?

Tutto ciò evidenzia, in modo chiaro, l’ennesima inefficienza da parte di Girgenti Acque, la mancanza di reattività dell’Amministrazione Comunale in tema ambientale ed una inaccettabile lentezza operativa dell’Asp.

Consiglio Direttivo Associazione “S.O.S Democrazia”

Via Verga

Fogna Via Verga

Fogna Via Verga

Fogna Via Verga

Annunci

L’Associazione “S.O.S Democrazia”e la Provincia di Agrigento siglano accordo sulla legalità

Protocollo legalità SOS DemocraziaOggi presso il palazzo della Provincia Regionale di Agrigento, il Presidente Eugenio D’orsi e l’Associazione riberese “S.O.S Democrazia” hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa sulla legalità e sul contrasto alle implicazioni economiche, culturali e sociali derivanti dalla presenza delle organizzazioni mafiose sul territorio agrigentino.
L’Associazione “S.O.S. Democrazia” e la Provincia di Agrigento si sono impegnati ad avviare un fattivo scambio di collaborazione fra loro, secondo le finalità di seguito elencate:

  • Promozione iniziative idonee a favorire la più ampia educazione alla legalità, allo sviluppo della coscienza antimafiosa e di contrasto al racket dell estorsione e dell usura, anche attraverso la collaborazione con le istituzioni preposte (Commissario straordinario del Governo, Prefetto di Agrigento, Forze dell Ordine, Autorità Giudiziaria);
  •  Progettazione di campagne informative per la prevenzione e la diffusione della cultura della legalità e dell uso responsabile del denaro rivolte direttamente ai cittadini;
  •  Monitoraggio dei fenomeni del racket e dell usura, anche in collaborazione con Enti ed Istituzioni pubblici e privati;
  • Promozione di attività di studio, ricerca e formazione relative ai fenomeni del racket e dell usura;
  • Collaborazione con Istituzioni ed Enti pubblici e privati (associazioni e fondazioni antiusura, confidi, scuole, ecc.) per la migliore realizzazione degli obiettivi del presente Protocollo d intesa;
  • Promozione di iniziative ed incontri idonei all’elaborazione di soluzioni e al raggiungimento di accordi, con gli enti pubblici (locali, regionali, nazionali e internazionali) e/o associazioni, al fine risolvere le gravi problematiche ( di carattere sociale, lavorativo, economico e di sicurezza) che affliggono la vita dei testimoni di giustizia;
  • Promozione di interventi sul territorio indispensabili per la conoscenza, la prevenzione, la diffusione di buone pratiche, la valorizzazione delle eccellenze, la realizzazione di eventi utili a contrastare il fenomeno del racket, dell usura e le attività illegali ad essa collegate;
  •  Realizzazione di appuntamenti nazionali e appuntamenti sul territorio per la diffusione della cultura della legalità e di contrasto al racket e all usura rivolti direttamente ai cittadini;
  •  Redazione e diffusione di studi tramite pubblicazioni ed ogni altro mezzo di comunicazione;
  • Sostenere i Comuni per la costituzione di parte civile nei procedimenti penali dove sono costituite le parti offese e le associazioni antiracket;
  • Favorire tutte le iniziative del consumo critico anche attraverso la formazione di un apposito elenco fornitori tra gli imprenditori vittime del racket e dell usura;
  •  Promuovere la costituzione di associazioni antiracket.

Consiglio Direttivo – Associazione “S.O.S. Democrazia”