Archivi del mese: gennaio 2011

L’Istituto Tecnico Giovanni XXIII di Ribera accolga la figlia di Ignazio Cutrò

Ignazio Cutrò Bivona

L’Associazione “SOS Democrazia” di Ribera, appresa la notizia che alcuni professori dell’Istituto Tecnico “Panepinto” di Bivona si sono lamentati della presenza a scuola della scorta della figlia dell’imprenditore antiracket Ignazio Cutrò, esprime la propria solidarietà alla famiglia che ancora oggi continua a pagare il prezzo per aver denunciato e fatto condannare i propri estorsori nell’ambito del processo denominato “Face Off”.

L’Associazione riberese, impegnata nella promozione della legalità e della Cultura Antimafia, chiede al Prof. Giuseppe Graffeo, dirigente scolastico dell’Istituto Tecnico “Giovanni XXIII” di Ribera, di rispondere all’appelloITCG Giovanni XXIII Ribera lanciato da Ignazio Cutrò, accogliendo nella propria scuola la ragazza bivonese affinché possa concludere i propri studi con la serenità che merita, dimostrando ancora una volta la sensibilità verso questi problemi da parte della scuola e della cittadinanza tutta.

L’Associazione “SOS Democrazia”

Annunci

La condanna definitiva e il carcere per Cuffaro

Cuffaro condannato

L’Associazione “SOS Democrazia”, impegnata nella difesa della legalità e nella promozione della Cultura Antimafia, a poche ore dalla conferma della condanna, da parte della Cassazione, a 7 anni di reclusione per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra e rivelazione di segreto istruttorio nei confronti di Salvatore Cuffaro, ritiene doTotò Cascio pidveroso che i parlamentari regionali e nazionali del Pid (ex Udc), nelle persone degli On. Giuseppe Ruvolo e Salvatore Cascio, si assumano la responsabilità politica e traggano le dovute conseguenze per avere più volte sostenuto il candidato Salvatore Cuffaro e per avergli manifestato, in molteplici occasioni, la loro solidarietà.

Gli Onorevoli Ruvolo e Cascio  hanno sostenuto le candidature del Sen. Cuffaro nonostante le accuse di mafia rivolte nei suoi confronti dalla magistratura, diffondendo comunicati stampa di solidarietà anche dRuvolo Cuffaro udc pidopo le condanne in primo e secondo grado, mostrandogli “vicinanza” e “sostegno”, nella certezza che sarebbe stata “confermata la correttezza che contraddistingue l’uomo Cuffaro”, definito politico “brillante ed instancabile”.

Ora che le accuse sono state confermate in modo incontrovertibile, sarebbe doveroso che Ruvolo e Cascio trovino la forza di chiedere scusa agli elettori per il sostegno politico dato a Cuffaro, e per le accoglienze riservategli a Ribera in occasione delle competizioni elettorali, con generosità di applausi e baci e strette di mano, e ringrazino con forza la magistratura e le forze di polizia per l’ottimo lavoro svolto in questi anni.

L’Associazione “SOS Democrazia”.

Ribera: “La fraterna amicizia” tra Carmelo & Lillo

Dopo lo strepitoso successo di “Chi l’ha visto?” il nuovo video prodotto dall’Associazione Sos Democrazia: <Ribera: “La fraterna amicizia” tra Carmelo & Lillo>.

Buona visione!