Inaccettabili le parole sulla mafia pronunciate da Beppe Grillo

Beppe Grillo

Nel trentennale della morte di Pio La Torre, riteniamo inaccettabile che il suo sacrificio e quello di uomini e donne come Libero Grassi, Paolo Borsellino, Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Rosario Livatino, Emanuela Loi, Pippo Fava, Beppe Alfano, venga banalizzato da un comico.

Prima a Palermo e poi a Sciacca il comico genovese Beppe Grillo ha affermato che “nessun mafioso prendendo il pizzo da qualcuno uccide il proprio cliente, invece questo Stato sta uccidendo i clienti che siamo noi”. Grillo dimentica forse che il popolo siciliano ha subito sulla sua pelle la violenza della mafia.

Noi siciliani abbiamo visto saltare per aria autostrade, automobili e interi quartieri, visto bambini sciolti nell’acido e i corpi di giornalisti, giudici, poliziotti, carabinieri e imprenditori giacere senza vita per terra. Chieda agli imprenditori che si sono ribellati al racket di cosa è capace la mafia che li costringe, insieme alle loro famiglie, a vivere una vita blindata sotto protezione e a combattere ogni giorno per poter ritornare a lavorare.Dalle parole di Grillo sembrerebbe quasi che tutto questo non fosse mai accaduto.

Ricordiamo al leader del “Movimento 5 Stelle” che paragonare la mafia allo Stato è un grave errore perché, nonostante ci siano politici collusi, nelle istituzioni c’è ancora chi si batte contro la mafia rischiando ogni giorno la propria vita.

Ognuno di noi ha il dovere di onorare il nome delle vittime di mafia, di rispettare il dolore delle loro famiglie, ma soprattutto abbiamo il compito di educare i giovani, di cui Grillo parla tanto, alla legalità e al disprezzo della mafia.

Associazione “S.O.S. Democrazia”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...