L’MPA di Ribera favorevole alla Centrale a Biomassa???

centrale biomassa

Mercoledì 27 Ottobre 2010 il Consiglio Comunale di Ribera ha discusso una mozione presentata dal consigliere comunale Giovanni Di Caro in cui si chiedeva di esprimere pubblicamente e solennemente la propria contrarietà alla costruzione della Centrale a Biomassa liquida in contrada Castellana a Ribera.

La mozione è stata alla fine approvata con 15 voti favorevoli, 3 contrari (Ragusa, Oliveri e Dinghile tutti dell’MPA) e 2 consiglieri assenti (Brisciana e Catanzaro).

Segue la mozione proposta dal Consigliere Comunale Giovanni Di Caro.

«Premesso che  con Decreto della Regione Sicilia è stata autorizzata la costruzione di un impianto per la produzione di energia elettrica e delle opere connesse,della potenza di 18,118 mwt e della potenza elettrica di 8,794mwe, alimentato da biomassa (olio vegetale);che l’intero iter procedimentale,che ha portato all’emissione del suddetto decreto, si è svolto senza che la comunità cittadina ne abbia avuto effettiva conoscenza;- che il consiglio comunale non è pregiudizialmente contrario alla realizzazione di impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili» e considerato che: il suddetto impianto dovrebbe sorgere in una delle zone più pregiate della Sicilia da un punto di vista agrumicolo, posta a pochi chilometri dal centro abitato e dalle località balneari;- che le emissioni prodotte da detto impianto si diffonderebbero nel raggio di decine di chilometri;- che si profila la concreta possibilità,nel breve e medio termine,che si realizzino sul territorio del nostro comune delle iniziative impreditoriali turistiche di notevole rilevanza e con importanti ricadute occupazionali;- che è fermo intendimento del comune di Ribera, in tutte le sue espressioni politico-amministrativee con il contributo delle Amministrazioni Provinciali e Regionali, favorire lo sviluppo turistico del nostro territorio:- che, anche volendo, per pura ipotesi, prescindere da un eventuale rischio di inquinamento ambientale e di ricadute sulla salute pubblica (sulle quali in ogni caso, ci si riserva di svolgere gli opportuni approfondimenti), la realizzazione di tale impianto si appalesa inconciliabile con le legittime ambizioni di sviluppo turistico e con la già consolidata vocazione alle produzioni agricole di qualità presenti sul territorio».«Premesso e considerato quanto sopra, il Consiglio comunale esprime la propria chiara e ferma contrarietà alla costruzione del suddetto impianto, ed impegna il sindaco e la giunta comunale a porre in essere tutte le inizitive legali, politiche ed amministrative volte a scongiurare i rischi connessi alla realizzazione della sopra indicata centrale. Invita il sindaco ed il presidente del consiglio comunale a trasmettere la presente mozione al Presidente della Regione Sicilia, al Presidente dell’Assemblea regionale siciliana, al Presidente della provincia regionale di Agrigento,al Presidente del consiglio provinciale ed ai Parlamentari nazionali e regionali eletti nella provincia di Agrigento, ed alPrefetto di Agrigento».

Annunci

I commenti sono chiusi.